Joseph Von Eichendorff

Joseph Freiherr von Eichendorff

Joseph Freiherr von Eichendorff (10 marzo 1788 - 26 novembre 1857) è stato un poeta, romanziere, drammaturgo, critico letterario, traduttore e antologo tedesco. Eichendorff fu uno dei maggiori scrittori e critici del Romanticismo. Dalla loro pubblicazione e fino ai giorni nostri, alcune sue opere sono state molto apprezzate in Germania.

Eichendorff divenne famoso per la prima volta per la sua novella del 1826 Aus dem Leben eines Taugenichts (liberamente tradotta: Memorie di un buono a nulla) e le sue poesie. Le memorie di un buono a nulla è un tipico romanzo romantico i cui temi principali sono la voglia di viaggiare e l'amore. Il protagonista, figlio di un mugnaio, rifiuta il mestiere del padre e diventa giardiniere in un palazzo viennese dove successivamente si innamora della figlia del duca locale. Poiché, con il suo status umile, lei è irraggiungibile per lui, fugge in Italia, solo per tornare e scoprire che è la figlia adottiva del duca, e quindi alla sua portata sociale. Con la sua combinazione di mondo onirico e realismo, Memorie di un buono a nulla è considerato un punto culminante della narrativa romantica. Un critico ha affermato che Good-for-Nothing di Eichendorff è la "personificazione dell'amore per la natura e dell'ossessione per l'escursionismo". Thomas Mann definì Good-for-Nothing di Eichendorff una combinazione tra "la purezza della canzone popolare e la fiaba".

Molte delle poesie di Eichendorff sono state pubblicate per la prima volta come parti integranti delle sue novelle e racconti, dove sono spesso eseguite in una canzone da uno dei protagonisti. La novella Good-for-Nothing da sola contiene 54 poesie.

Joseph Freiherr von Eichendorff, un tipico rappresentante del tardo romanticismo tedesco, che è un musicalissimo poeta della natura, una natura che ha i tratti del paesaggio conosciuto nell'infanzia, dei monti e delle valli slesiane. Piuttosto che poeta della Heimat (patria) lo è dello Heimweb, la nostalgia della patria perduta. (anche in relazione alla perdita del castello di famiglia).

Notte di Luna

Fu come se il cielo in segreto
avesse baciato la terra:
trapunta di fiori d'aneto
al sogno di lui si disserra.

Sui campi la brezza passava,
le spighe ondeggiavano appena,
leggero il bosco stormiva,
stellata la notte di luna.

E l'anima mia distendeva
le ali sul mondo sospesa,
per lande tranquille volava
quasi ritornasse verso casa
.


Elaborati sul tema "Notte di Luna di Joseph von Eichendorff"


Prossimamente

22.11.2021

..................................................................................................................................................................................................................